Mimmo (Domenico) Gangemi è nato a Santa Cristina d’Aspromonte il 19 ottobre 1950 e vive a Palmi (Rc) da quasi sempre. Ingegnere civile e ingegnere clinico, per molti anni dirigente dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Reggio Calabria, una volta in pensione si è potuto impegnare a tempo quasi pieno nella sua passione: scrivere.

Racconta come sia iniziato tutto “quasi per gioco, all’inizio degli anni ’90”. Da allora è una firma fissa de La Stampa, dove scrive di Calabria e di cultura. Ha una rubrica su Calabria on web, il giornale online del Consiglio regionale della Calabria, collabora con testate locali. Il suo giudice meschino è diventato fiction Rai, interpretato da Zingaretti, e dal 2016 è stato tradotto, insieme ad altri romanzi, in diverse lingue: oggi sta riscuotendo molto successo in Francia, dove sta meditando di pubblicare il suo prossimo romanzo.

Tanti i libri pubblicati, tanti quelli nel cassetto in attesa del tempo giusto per i lettori. Un anno di Aspromonte (Rubbettino 1995), Pietre nel levante (Città del sole 2000), Il passo del cordaio (IlSole24Ore 2002), 25 Nero (Pellegrini 2004), Il giudice meschino (Einaudi 2009), La signora di Ellis Island (Einaudi 2011), Il patto del Giudice (Garzanti 2013), Il prezzo della carne (Rubbettino 2014), Un acre odore di aglio (Bompiani 2015), La verità del giudice meschino (Einaudi 2015).

Scilla cinema d'autore
Annunci