Una delle più belle piazze di Cittanova, piazza San Rocco. Tre libri. Tre serate dell’ultimo fine settimana di luglio. Ed ospiti di rilievo nazionale, che partiranno dal libro di ogni serata per affrontare gli argomenti sociali e di attualità più urgenti e importanti: questo è BOOKtoPLAY. Un evento organizzato dall’associazione culturale Incroci con il Comune di Cittanova: un nuovo modo di intendere i libri, che sono non solo cultura e approfondimento, ma anche intrattenimento e aggregazione.

Le serate inizieranno alle 21.30 in piazza san Rocco. In caso di maltempo si terranno al cinema teatro Gentile.

venerdì 28 luglio

UN VIAGGIO TRA ARTE E VITA

La serata più “mondana”, ma anche la più introspettiva: sul palco il maestro orafo Gerardo Sacco e il giornalista Francesco Kostner, che sono appena usciti con la nuova edizione (la prima edizione ha venduto 20mila copie) del libro “Sono nessuno”. Il talk, moderato, come ogni serata, dai giornalisti Alessandro Russo e Paola Bottero, partirà dal libro e dalla vita del maestro orafo ed esplorerà le eccellenze calabresi capaci di affermarsi nel mondo. La serata sarà impreziosita da una sfilata dei gioielli di Gerardo Sacco.

sabato 29 luglio

LE BUGIE DEL MALE

A Cittanova il Procuratore di Catanzaro, Nicola Gratteri, per la serata “LE BUGIE DEL MALE”. Partendo dal nuovo libro “L’inganno della mafia – quando i criminali diventano eroi” scritto con Antonio Nicaso, la serata sarà un dialogo a tutto tondo con il Procuratore della Repubblica, spaziando nel vasto mondo della lotta alle mafie. E non solo: il contrasto alle bugie del male è la verità dei fatti, che deve essere aiuto e sprone per ogni cittadino, oggi più che mai chiamato a scegliere da che parte stare.

domenica 30 luglio

PERCHÉ I GIORNALI SONO CONTRO

A Cittanova uno dei giornalisti più autorevoli del panorama nazionale, Antonio Padellaro, già direttore de l’Unità e de Il Fatto Quotidiano, oggi Presidente del gruppo “Il fatto Quotidiano. Dal libro “Il Fatto Personale” per partire dall’analisi introspettiva del giornalista ed esplorare il mondo vasto del giornalismo, che sta diventando sempre più il rifugio di rimorsi e vendette, dove le notizie hanno perso quasi completamente il proprio ruolo per lasciare il posto ad una nociva personalizzazione emotiva. La scrittura ha cambiato faccia e connotati, la casta dell’informazione esiste: temi urgenti, che saranno analizzati nel dettaglio, chiudendo una rassegna che ha lo scopo di riflettere, insieme, sulle troppe derive in cui questa società rischia di arenarsi.

 

Annunci